Paperino nel Far West

Titolo italiano: Paperino nel Far West
Titolo originale: Donald Duck Goes West

paperino-nel-far-west-neon-mickey

Codice: Cod. 4032
Durata: 84 minuti
Edizione: Giugno 1983
Distribuzione: Walt Disney Home Video
Tipologia: Noleggio
Box: Bianco grande in plastica morbida
Messaggio antipirateria: Creazioni
Intro: Spaceship
Promo iniziali: Assenti.
Promo finali: Assenti.
Contenuto: La vhs contiene un film cinematografico di montaggio uscito in Italia nel 1966. Il film è realizzato unendo sette corti classici, cinque dalla serie di Paperino (solo uno doppiato in italiano) e due da quella di Pippo, più tre episodi tratti da lungometraggi Classici. Tutti i corti sono privi dei titoli di testa e coda originali, mentre l’episodio Pecos Bill è presentato con la sua introduzione live action.

2016_12_24_20_31_59_1

Segni particolari: Per essere davvero esaustivi, ci vorrebbe molto tempo al fine di stilare una descrizione completa di questo programma. Tuttavia, in questa scheda cercheremo di essere quanto più completi possibile.
Partiamo dall’origine: cos’è Paperino nel Far West? Forse dovremo chiamarlo col suo titolo italiano originale, Paperino & C. nel Far West, dove la C. sta ovviamente per “Company”.
Eh sì, perché il programma contenuto in questa videocassetta è un film cinematografico di montaggio realizzato nel 1965, chiamato originariamente Donald Duck Goes West, ed esportato in vari paesi negli anni successivi. In Italia il film ha fatto la sua prima apparizione sul grande schermo nel 1966 ed è stato redistribuito dieci anni dopo, con alcune differenze nell’elenco dei corti; il suo grande successo ha influenzato la scelta di realizzarne una versione apposita per l’home video, uscita per il solo noleggio nel 1983.

2016_12_24_20_32_4

Veniamo dunque alla vhs. Dopo i messaggi antipirateria e la intro stile “Spaceship”, appare un bellissimo cartello vintage con i titoli in italiano, che recita Walt Disney presenta Paperino & C. nel Far West – Technicolor, mentre ascoltiamo un incalzante motivetto country: sono proprio questi i titoli cinematografici originali. Purtroppo, l’improvvisa interruzione del brano di sottofondo per far spazio al primo corto La Miniera d’Oro di Paperino, ci suggerisce che dopo i titoli doveva pur esserci stato qualcos’altro.

2016_12_24_20_35_50

Ecco svelato il mistero: nella versione cinematografica era presente un breve prologo, che miscelava scene inedite di un Paperino sceriffo – intento a sparare con le sue pistole – con l’inizio del primo corto della compilation, ovvero Pippo Pistolero. In questa ricostruzione è quindi il papero alla marinara lo sceriffo che viene freddato (fuori scena) da Pietro – una scena un po’ atipica e per questo memorabile, per gli standard disneyani! -, mentre nel corto originale di Pippo, questo personaggio non veniva mostrato. Sentiti ringraziamenti all’utente di YouTube passoridotto per le preziose informazioni.
Fatto sta che nella vhs questo filmato non è stato incluso e per motivi a noi sconosciuti è stato anche variato l’ordine degli episodi, perciò il master di Pippo Pistolero presente sul nastro è quello standard. I più attenti possessori della cassetta potranno notare la presenza per una frazione di secondo del cartello cinematografico che segnala la fine del primo tempo, subito dopo il corto Sognando la California.

2016_12_24_20_56_32_0

I corti che vanno a formare il film, presentati in sequenza senza titoli di testa nè di coda, sono ben dieci. La scelta di alcuni è perlomeno discutibile: che c’entra In Cima all’Albero? Non sarebbe stato meglio includere Cip e Ciop Cavalieri Solitari?
Tra di essi ci sono anche tre episodi tratti da Classici: trattasi di Pippo Gaucho da Saludos Amigos, Il Gauchito Volante da I Tre Caballeros e soprattutto Pecos Bill. Quest’ultimo episodio, tratto da Lo Scrigno delle Sette Perle, è curiosamente presentato con la sua cornice live action, nella quale un gruppo di mandriani, tra i quali spicca Roy Rogers, racconta la triste leggenda del cowboy ai due nipoti Bobby Driscoll e Laura Pattern. Forse proprio per la sua natura particolare, nelle locandine della versione cinematografica nostrana Pecos Bill era indicato come corto abbinato al lungometraggio.

2016_12_24_21_43_8

Segnaliamo che i corti di Paperino non sono doppiati in italiano, pratica abbastanza comune prima degli anni ’80, mentre lo sono i restanti della serie di Pippo. Tra questi non può che spiccare un Pippo d’annata doppiato da Lauro Gazzolo, voce che negli anni ’60 ha doppiato il personaggio in più occasioni. I dialoghi ovviamente sono di Roberto de Leonardis e le voci, tanto di Gazzolo quanto degli altri personaggi minori, appartengono alla storica C.D.C.. Lo stesso dicasi anche per il corto Gita al Grand Canyon che, tra quelli di Paperino presenti nella compilation, è il solo doppiato in italiano. Altro grandissimo attore, Oreste Lionello, venne scelto per stare sul becco del Papero – con un risultato abbastanza discutibile ma indubbiamente simpatico ed apprezzato per lo sforzo non facile di imitare Clarence Nash -. In tale lavorazione realizzata appositamente per il film manca il riferimento, in una battuta iniziale del Ranger Ocarina, al nuovo formato cinematografico: il Cinemascope di cui, purtroppo, essendo Gita al Grand Canyon inserito in una compilation interamente realizzata in 4:3, il corto in questa sede non beneficia. Si sottolinea infine la vicina somiglianza tra la voce originale del Ranger, di Bill Thompson, e quella italiana d’epoca, di Vinicio Sofia.
I tre episodi tratti dai lungometraggi Classici non sono stati ridoppiati per l’occasione, il master è dunque lo stesso dei lungometraggi di provenienza, anche se la versione di Pippo Gaucho è quella rieditata nel 1955 come corto a sè stante, lo si capisce dalla sigla musicale di sottofondo presente nei titoli cinematografici originali. Inoltre, focalizziamo l’attenzione su di un aspetto un po’ più “tecnico”: il missaggio non è perfetto e pertanto si percepiscono piccole sovrapposizioni sonore tra la fine di un corto e l’inizio del successivo.

2016_12_24_21_3_26

La cover presenta il classico design bianco delle Neon Mickey, mentre nel riquadro sottostante è rappresentato un fotogramma di Paperino agghindato da cowboy, dinanzi ad una grande stella da sceriffo. Sul retro sono presenti quattro fotogrammi dei corti La Miniera d’oro di Paperino, Pippo Pistolero, Don Paperino e…un’immagine che sembra provenire da Tutto per un Osso (non presente nel lungometraggio), anche se lo sfondo non pare quello del corto originale.
Ultima nota: sempre sul retro, al di sotto del titolo è riportata l’indicazione “Regia di Walt Disney”. È alquanto improbabile che Walt abbia seguito in prima persona la regia di questo film di montaggio; la didascalia è probabilmente una semplificazione, dato che non era possibile riportare i nomi dei registi di tutti gli episodi.
La vhs verrà rieditata negli anni successivi, sempre per il noleggio ma con una cover diversa e un master leggermente differente. Qui la scheda.

Corti presenti e loro edizione italiana:
• LA MINIERA D’ORO DI PAPERINO (Donald’s Gold Mine; 1942) – Paperino
corto presentato nella sua versione originale

• DON PAPERINO (Don Donald; 1937) – Paperino
corto presentato nella sua versione originale

• IN CIMA ALL’ALBERO (Up A Tree; 1955) – Paperino
corto presentato nella sua versione originale

• PIPPO PISTOLERO (Two-Gun Goofy; 1952) – Pippo
Pippo: Lauro Gazzolo
Donna: Flaminia Jandolo
Uno dei paesani: Ferruccio Amendola
Gambadilegno: Luigi Pavese

• PAPERINO E IL CAVALLO (Dude Duck; 1951) – Paperino
corto presentato nella sua versione originale

• GITA AL GRAND CANYON (Grand Canyonscope; 1954) – Paperino
Paperino: Oreste Lionello
Ranger Ocarina: Vinicio Sofia

SOGNANDO LA CALIFORNIA (Californy’er Bust; 1945) – Pippo
Voce narrante: Lauro Gazzolo
Pioniere:
Cavallo:

• PIPPO GAUCHO (El Gaucho Goofy; 1955) – Pippo
doppiaggio originale italiano del film 

• IL GAUCHITO VOLANTE (The Flying Gauchito; 1945) – da I Tre Caballeros
doppiaggio originale italiano del film

•  PECOS BILL (Pecos Bill; 1948) – da Lo Scrigno delle Sette Perle
doppiaggio originale italiano del film

Precedente Paperino Superstar Successivo Paperino nel Far West (Riedizione)

4 thoughts on “Paperino nel Far West

  1. Fra X il said:

    Ah, però che chicche! Ecco da dove proviene il doppiaggio di “Pippo pistolero” che gira ancora oggi nonostante, se non erro, ne sia stato fatto uno nuovo!

    • VHSWD il said:

      Esistono addirittura due ulteriori doppiaggi del corto: uno realizzato negli anni ’80 (e in una futura scheda ne parleremo!) e uno negli anni ’90, anche se in Rai viene trasmesso tuttora il primo doppiaggio.

  2. Phantom Dusclops'92 il said:

    Preciso che al momento ci sono 4 corti che dal 2003 in Rai girano sempre e comunque con il doppiaggio più vecchio: Pippo Pistolero, Guai al Trombone, Pulitori di Orologi e Motormania, tutti dotati quindi di Lauro Gazzolo su Pippo ed Elio Pandolfi su Paperino tra gli altri.

    • VHSWD il said:

      Carissimo, grazie per la precisazione più che gradita! Noi di contro facciamo la precisazione della precisazione: “Pulitori di orologi” attualmente viene trasmesso dalla Rai col ridoppiaggio del 2011 eseguito per la serie di “Topolino che risate” e con le voci di Eliani, Quarta, Pedicini e La Penna sulla Molla 😉 Sugli altri tre, invece, sebbene siano stati anche loro ridoppiati negli anni ’90 dalla Royfilm, è vero: allo stato d’oggi la RAI trasmette altri doppiaggi più datati!

Lascia un commento

*