Crea sito
Crea sito

VideoParade vol. 9

Titolo italiano: VideoParade vol. 9
Titolo originale:

Codice: VK 6009
Durata: 22 minuti
Edizione: Luglio/Agosto 1993
Distribuzione: Buena Vista Home Video
Tipologia: Editoriale
Box: Trasparente piccolo in plastica rigida
Messaggio antipirateria: BV Home Video
Intro: Apprendista Stregone
Promo iniziali: VideoParade vol. 10.
Promo finali: Assenti.
Contenuto: La vhs contiene una compilation di tre corti classici realizzati negli anni ’50 comprensivi dei loro crediti originali e dei cartelli della distribuzione Buena Vista, uno a testa dalle serie di Topolino, Pluto e Paperino.

Segni particolari: Prima di iniziare la nostra analisi, vogliamo scusarci perché la fascetta della nostra vhs è leggermente “scarabocchiata” di pennarello in un paio di punti, ma si sa: è piuttosto difficile dare in mano ad un bambino una cassetta del genere e pretendere che rimanga intonsa!
Battute a parte, come abbiamo anticipato nella precedente scheda, il nono volume della collana Disney VideoParade esce a luglio 1993 ma copre un periodo di ben due mesi, quasi a segnare una piccola pausa estiva della serie. Notate infatti sul retro della fascetta la dicitura LUGLIO/AGOSTO 1993, quasi un unicum nel panorama delle videocassette Disney (ma rivedremo questa particolarità in un altro volume di questa serie).

Attenzione, perché se da un lato non ci sono grandi segnalazioni da fare per il consueto promo con la voce di Natale Ciravolo che anticipa i contenuti del volume successivo, dove viene riciclata ancora una volta la sequenza del cilindro magico a rappresentare le sorprese che porterà il decimo numero della collana, dall’altro viene inserito per la prima volta un altro breve filmato che i veri nostalgici ricorderanno perfettamente. Si tratta del celebre promo del parco EuroDisney dove nella sequenza iniziale Topolino, Paperino e Pippo (anche se il promo è ridotto e il povero Pippo nemmeno si vede…) volano verso il Magic Kingdom Castle a “bordo” di tre stelle, visto anche all’interno di altri nastri Disney del periodo. Questo video sarà in seguito presentato in una versione leggermente differente e ridoppiato: nel nostro caso la voce fuori campo è quella di Massimo Corvo, a differenza del promo esteso visto nel 1991 (dove c’era la voce di Mario Cordova) e pubblicato sul nostro canale Dailymotion. In allegato all’uscita, come nel precedente volume, troviamo un’altra cartolina per partecipare ad un Superconcorso e purtroppo niente simpatici gadget.

In questo nastro è presente Topolino a pesca, ultimo anonimo Cartoon Classic della serie regolare di Topolino del 1953, già visto in altre videocassette uscite negli anni ’80 ma per la prima volta doppiato in italiano su nastrino. Pluto, che accompagna il suo padrone nella scorribanda sugli scogli, ritorna anche nel secondo cartoon L’eroe innamorato, in un triangolo amoroso con Dinah la bassottina e Butch il bulldog. Esilarante invece l’ultimo episodio con protagonista Paperino, il puma Louie e il suo figlioccio, Paperino, i leoni e la pesca, dove per l’unica volta il Papero (anche grazie al suo fucile a pallettoni) riesce ad avere la meglio sul goffo Louie, il quale gioca un ruolo più imbranato e meno truce del solito, regalandoci anche una piccola battuta in italiano!

L’albo è intitolato Topolino e il corvo misterioso e altre storie e si apre, come di consueto, con una storia lunga, il cui titolo corretto sarebbe Topolino e il misterioso corvo (The Black Crown Mystery), dove Topolino e Pippo si offrono come lavoratori volontari nella fattoria del Sig. Panzarasa per aiutare così la nazione impegnata nella Seconda Guerra Mondiale, trovandosi inaspettatamente a dover far fronte a misteriosi ed inspiegabili incendi. Floyd Gottfredson si è occupato del soggetto e dei disegni, Merrill De Maris dei testi e Bill Wright delle chine. Trattandosi di una storia apparsa in America nel 1942, in Italia abbiamo potuto gustarcela solo a conflitto mondiale terminato, nel 1947, pubblicata in uno speciale Albo d’oro. Sottolineiamo che nella traduzione presente nel cartonato viene modificata una battuta del Topo contenente un esplicito riferimento ad Adolf Hitler: “Coraggio, Pippo! Ogni volta che ari un solco aiuti a scavare la tomba di Hitler!” diventa un più morbido “Coraggio, Pippo! Ogni volta che ari un solco concorri a nutrire la nazione!”.
Ted Osborne e Al Taliaferro ci accompagnano poi verso la fine del fascicolo con 11 Sunday Pages (le quali, ricordiamo, erano tavole pubblicate sui quotidiani ogni domenica) raggruppate sotto al titolo Paperino dispettoso. In un’epoca in cui non c’era distinzione fra Topolinia e Paperopoli, non destava scalpore veder interagire Paperino con Clarabella, Pippo o Tip e Tap, come accade in un paio di queste tavole.
Nell’articolo di Carlo Chendi Un cagnolone di successo si traccia la decade della carriera cinematografica di Pluto che va dal 1933 al 1942 (un po’ come era già stato fatto nel saggio del quarto volume della collana), segnata dal lavoro di Norman “Norm” Ferguson e Charles August “Nick” Nichols, con l’ausilio visivo di bellissimi bozzetti di cartoon anni ’30 e ’40, dei quali vi mostriamo quelli più rappresentativi appartenenti a Quel giocherellone di Pluto del ’34. Da notare che, in riferimento al corto d’esordio della serie del cucciolone, Pluto papà, Chendi parla della cagnetta Fifi come una semplice amica del nostro eroe, la quale gli affida i suoi cuccioli in un momento di assenza…nonostante l’aspetto “plutesco” dei cinque cagnolini e il titolo originale dell’episodio non lascino alcun dubbio in proposito.

Guardando la fascetta ci accorgiamo immediatamente dell’ennesimo abbinamento errato dell’illustrazione con il contenuto del nastro: l’immagine di Topolino e Pluto che giocano con un boomerang non può che rimandare al cartoon Topolino in Australia, che curiosamente sarà presente proprio nel volume successivo! Girando la fascetta e osservando la sua parte interna notiamo invece che, come accaduto nel sesto volume della collana, non è presente la classica immagine che troveremo poi sulla cover del numero successivo, sostituita da uno strambo disegno del trio disneyano in una sequenza del corto del 1937 Caccia all’alce, che sarà peraltro presente in una futura vhs della serie. Possiamo ipotizzare che, dato che sarebbero passtai due mesi prima della successiva uscita, l’immagine per il decimo numero non fosse ancora stata scelta e quindi si è optato per un’illustrazione casuale. Segnaliamo come sul retro della fascetta il riquadro scelto a rappresentare il cartoon L’eroe innamorato provenga in realtà dalla locandina originale di In Dutch, in italiano Pluto salva la città.

Corti presenti e loro edizione italiana:

TOPOLINO A PESCA (The Simple Things; 1953) – Topolino
Topolino: Gaetano Varcasia
Gabbiano:
VFC: Renzo Stacchi

L’EROE INNAMORATO (Pluto’s Heart Throb; 1950) – Pluto
Corto presentato nella sua versione originale, poiché non dialogato neanche in origine

PAPERINO, I LEONI E LA PESCA (Mickey’s Grand Opera; 1950) – Paperino
Paperino: Luca Eliani
Louie:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.