VideoParade vol. 19

Titolo italiano: VideoParade vol. 19
Titolo originale:

Codice: VK 6019
Durata: 22 minuti
Edizione: Luglio 1994
Distribuzione: Buena Vista Home Entertainment
Tipologia: Editoriale
Box: Trasparente piccolo in plastica rigida
Messaggio antipirateria: BV Home Entertainment
Intro: Apprendista Stregone
Promo iniziali: VideoParade vol. 20.
Promo finali: Assenti.
Contenuto: La vhs contiene una compilation di tre corti classici comprensivi dei loro crediti originali, provenienti uno a testa dalle serie di Topolino, Paperino e Pluto.

Segni particolari: Siamo ormai alla fine della collana delle Disney VideoParade e il diciannovesimo volume arriva subito prima della pausa estiva di agosto 1994, che porterà il ventesimo ed ultimo numero della serie ad accompagnare i piccoli fan disneyani al loro rientro a scuola a settembre. Già dal promo iniziale si capisce che la collana è giunta quasi al capolinea: nessun riferimento a gadget o concorsi nel volume seguente (eppure qualcosa ci sarà, come vedremo nella relativa scheda) ed alcuni piccoli errori “di distrazione” a condire il filmato. Durante il consueto rullo iniziale, dove si anticipano brevi frammenti dei corti che vedremo nella successiva vhs, lo speaker Natale Ciravolo parla di “una festa di compleanno molto movimentata” in riferimento al cartoon Il compleanno di Paperino, ma sullo schermo ci sono ancora i fotogrammi de Il piccolo tifone e non apparirà alcuna immagine del famigerato corto di Donald! Inoltre, per gli orecchi allenati, segnaliamo che il filmato si conclude bruscamente quando ancora il jingle sonoro della collana non è totalmente concluso.

Salutiamo il povero Pippo, perché a parte la fugace apparizione nel corto Topolino prestigiatore, non ci sono episodi tratti dalla sua serie in questo nastro, né saranno presenti nel prossimo ed ultimo volume della collana. Il nominato cartoon del 1937 (già visto in alcune videocassette anni ’80, ma solo in Sono io…Topolino con questo doppiaggio, con il trio VarcasiaElianiAmandola sui tre personaggi) vede appunto un Topolino protagonista di uno spettacolo di magia, un Pippo maldestro tecnico delle luci e un Paperino disturbatore tra il pubblico…e inevitabile vittima delle magie di Mickey. Mentre il riquadro relativo a questo cartoon impresso sul retro della fascetta è come di consueto ridisegnato con il Topolino stile anni ’40, l’illustrazione sul fronte rappresenta comunque una scena ispirata all’ambientazione dell’episodio, dove il Topo è un mago con tanto di coniglio nel cilindro e Minni la sua assistente. Rivediamo Paperino in Una pesca acrobatica, cartoon evocativo ambientato in un futuro in cui il nostro Donald, nei panni di un lupo di mare ormai anziano, vive con il vecchio compagno di avventure Bootle Beetle, il quale ci racconta la loro storia. Potete visionare il corto nella versione di Franco Latini all’interno del nastro Vita da paperi; ritroveremo invece il presente doppiaggio con Luca Eliani e Mario Bardella alcuni anni dopo nella compilation “marina” Storie quasi titaniche. Chiude la compilation Pluto canterino del ’47, uno dei cortometraggi più celebri della serie del cucciolone, dove il nostro eroe fa strage di cagnoline grazie alla sua meravigliosa voce…o no?

Sono due le storie lunghe che compongono il presente volume cartonato: la prima in ordine di apparizione è Topolino e l’illusionista (il titolo americano Love Trouble è decisamente più calzante), ennesima fatica – in settantadue strisce – ideata e disegnata da Floyd Gottfredson, scritta da Merrill De Maris e inchiostrata da Bill Wright. La vicenda, che vede un burrascoso affaire amoroso “a quattro” con protagonisti Topolino e Minni, fu pubblicata in Italia suddivisa in dieci parti sul Topolino giornale, nel 1941. Il filo narrativo riprende proprio dal ritorno di Topolino dall’avventura con il Professor Ossivecchi – il quale viene anche nominato verso la fine del racconto – già proposta sul fascicolo del quattordicesimo volume della collana. La seconda storia in realtà non è poi molto lunga: si tratta di cinque Sunday Pages che unite insieme formano Pluto cane parlante (titolo ufficiale Il perfetto ventriloquo, originariamente The Ventriloquist), con un Mickey in veste di ventriloquo in vena di scherzi. Per la pubblicazione italiana si seguì la stessa suddivisione americana, infatti il Topolino giornale la ospitò su cinque numeri nel ’37. In chiusura dell’albo non potevano mancare le simpatiche strip di Paperino realizzate da Bob Karp (testi), Al Taliaferro (disegni) e talvolta George Waiss (chine), raggruppate con l’ironico titolo Paperino furbo più che mai.

Quarto ed ultimo articolo dedicato a Pippo sui venti scritti da Carlo Chendi – il ventesimo chiuderà la collana com’è iniziata, ovvero con Paperino – intitolato Il mondo di Pippo, proprio come una videocassetta uscita nel 1986. Tra gadget (la bellissima statuetta e le finte banconote che vedete nella foto), locandine, model sheet e caricature (quello raffigurato nella pagina di destra è Art Babbit) si traccia ancora una volta la storia dello spilungone, per la verità più sullo schermo che sulla carta stampata, che viene scomodata solo per l’esordio nel 1965 dell’alter ego dello spilungone, Super Pippo. Interessante il focus sulla puntata della serie tv Disneyland del ’55, dal titolo The Goofy Success Story, dove si immagina che un talent scout hollywoodiano abbia scoperto Pippo in un corto di Topolino e l’abbia trasformato in una star del cinema, facendogli però cambiare il nome di battesimo Dippy Dawg in un più accessibile nome d’arte: l’odierno Goofy. Da questa puntata secondo Chendi l’ispirazione per la storia a fumetti dell’anno successivo Pippo prende al volo l’Oscar, dove lo strampalato personaggio è rappresentato come un vero e proprio divo di Hollywood.

Corti presenti e loro edizione italiana:

  • TOPOLINO PRESTIGIATORE (Magician Mickey; 1937) – Topolino
    Pippo: Vittorio Amandola
    Paperino: Luca Eliani
    Topolino: Gaetano Varcasia

 

  • UNA PESCA ACROBATICA (Sea Salts; 1949) – Paperino
    Paperino: Luca Eliani
    Bootle-Beete da vecchio: Mario Bardella

 

  • PLUTO CANTERINO (Pluto’s Blue Note; 1947) – Pluto
    Negoziante: Romano Ghini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!