Silly Symphonies vol. 2

Titolo italiano: Silly Symphonies vol. 2
Titolo originale: Silly Symphonies I

Codice: VI 4169
Durata: 65 minuti
Edizione: Febbraio 1987
Distribuzione: Walt Disney Home Video
Tipologia: Noleggio
Box: Bianco grande in plastica morbida
Messaggio antipirateria: Macchina da scrivere – Noleggio
Intro: Satellite
Promo iniziali: Assenti.
Promo finali: Le pietre preziose Mondadori; Periodici a fumetti Disney Mondadori.
Contenuto: Il nastro è una compilation di otte Silly Symphonies, realizzate nel periodo 1932-1938 e presentate con i loro crediti iniziali. Quelli finali sono mozzati, fatta eccezione per l’ultimo corto del nastro.

Segni particolari: Come abbiamo visto nella scheda relativa al volume n. 1 delle Silly Symphonies, il cartello del titolo tradiva un po’ di confusione, dovuta al fatto che il primo volume italiano fosse stato costruito sulla base del secondo francese. Magari, come abbiamo già ipotizzato, nel 1986 non era ancora previsto un secondo volume italiano. Invece dopo nove mesi, nel Febbraio del 1987, compare sul mercato italiano una seconda videocassetta, dal titolo Silly Symphonies vol. 2. Non è difficile immagine quale sia l’origine del master.
Dopo i messaggi antipirateria e la intro, che nel frattempo è diventata quella stile “Satellite” (anche lo sticker interno sulla cassetta si è rimpicciolito), appare sullo schermo un cartello su sfondo azzurro con il titolo corretto del programma italiano. Quindi, adesso abbiamo due videocassette il cui cartello recita “Silly Symphonies 2”. Senza troppi dubbi possiamo affermare che questo sia stato realizzato appositamente per l’edizione italiana: il distributore si deve essere accorto della svista nella precedente vhs. Come abbiamo anticipato prima però, il master di questo nastro, ovvero il secondo volume italiano, riprende quello del primo volume transalpino. Il giro è dunque completo.

Rispetto all’elenco di dieci corti contenuto nella cassetta francese, ne vengono eliminati due, I sirenetti e La terra della musica, già contenuti all’interno del volume della nostra Serie Oro II, La fabbrica dei sogni. La maggior parte dei restanti otto cartoon, che sono presentati in sequenza con i crediti iniziali ma senza quelli finali, non saranno mai più distribuiti in vhs italiane: gli unici che vedranno una nuova edizione sono Il ritorno di Toby tartaruga, Re Mida e I tre lupetti, corto che ha ispirato il simpatico artwork sulla fascetta. Oltretutto, il corto Mamma Oca va a Hollywood non vedrà più la luce nel nostro mercato home-video, nemmeno in DVD (la stessa sorte capiterà a The Goddes of Spring e Giocattoli rotti); questa è dunque l’unica occasione di apprezzare un suo doppiaggio in italiano, nel quale per la verità si perdono molti riferimenti agli attori hollywoodiani protagonisti della Silly. Il master presentato nella cassetta è oltretutto censurato e quindi accorciato rispetto alla versione originale ma va segnato che il master del ridoppiaggio anni ’90 del medesimo corto è ancor più breve! In quello v’è qualche taglio in più e diversi personaggi sono assenti, inoltre ci sentiamo di dire che non sembra esser stato complessivamente così ben curato come il doppiaggio anni ’80 riepilogato a fine scheda (fatto salvo ovviamente Luca Eliani su Paperino ed un paio d’altre caratterizzazioni degli attori Hollywoodiani, come quella di Davide Lepore su Charlie McCarthy). Ovviamente, come già detto, anche il ridoppiaggio è assente in home video e pure i suoi passaggi televisivi sono alquanto rari.

Abbiamo anticipato la questione: per fortuna in questo nastro i corti sono quasi interamente doppiati in italiano, ad eccezione delle canzoni lasciate in originale (fatta eccezione una sola di cui parleremo qualche riga sotto); per questo la Silly The Goddes of Spring rimane quasi interamente in inglese, fatta eccezione per un paio di battute pronunciate da un unico personaggio, nientepopodimeno che Satana con la voce di Giancarlo Padoan. In ogni caso lo consideriamo un bel passo avanti, se si ricorda che nel precedente volume tutti i corti erano presentati totalmente in lingua originale.
Le parti doppiate però, come dicevamo sopra per Mamma Oca, meritano davvero un plauso perché gli attori al leggio han davvero svolto delle ottime prove! Colpisce in particolare Ezechiele Lupo con la voce di Francesco Vairano, che canta anche la canzoncina iniziale del corto mantenendo l’accento tedesco della versione originale che verrà poi perso nel ridoppiaggio anni 2000. Da segnalare anche le ottime e diverse caratterizzazioni di Franco Odoardi, presente in più corti, e la buona edizione italiana de Giocattoli rotti che a differenza di qualche altro corto che non verrà più ridoppiato (come Re Mida) subirà una riedizione negli anni ’90 per la direzione di Renzo Stacchi (direttore anche del ridoppiaggio di Mamma Oca va a Hollywood).

Anche per questa cover potremmo ipotizzare la mano di Alberico Motta, ma non abbiamo conferme in tal senso. In un allegro quadro campagnolo, i figli di Ezechiele Lupo rincorrono Timmy, Tommy e Jimmy, per la verità piuttosto sorridenti.
Con questa videocassetta si chiude il mini-capitolo dedicato alle Silly Symphonies, che torneranno protagoniste negli anni 2000, con la vhs I tre porcellini e anche all’interno della collana Le fiabe Disney.

Corti presenti e loro edizione italiana:
I PERICOLI DEL BOSCO (Babes in the Woods; 1932) – Silly Symphony
Strega: Graziella Polesinanti

• The Goddess of Spring (The Goddess of Spring; 1934) – Silly Symphony
Satana: Giancarlo Padoan

• IL PAESE DELLA NINNA NANNA (Lullaby Land; 1933) – Silly Symphony
Corto presentato nella sua versione originale

• IL RITORNO DI TOBY TARTARUGA (Toby Tortoise Returns; 1936) – Silly Symphony
Annunciatore: Elio Pandolfi
Jenny:
Max Lepre: Francesco Vairano
Toby Tartaruga: Gastone Pescucci

• I TRE LUPETTI (Three Little Wolves; 1936) – Silly Symphony
Ezechiele: Francesco Vairano 
Lupetto #1: Fabrizio Mazzotta
Lupetto #2: Marco Guadagno
Lupetto #3:
Tommy: 
Timmy:
Jimmy: Laura Lenghi

• GIOCATTOLI ROTTI (Broken Toys; 1935) – Silly Symphony
Voce fuori campo: Michele Kalamera
Omettino di legno: Corrado Conforti
Giocattolo a molla: Michele Kalamera
Bambola di pezza: Claudia Balboni
Uomo di legno col sigaro:
Bambolina bionda: Laura Lenghi
Pupazzo poliziotto:
Narratrice finale:

• RE MIDA (The Golden Touch; 1935) – Silly Symphony
Re Mida: Franco Odoardi
Dorino: Fabrizio Mazzotta

• MAMMA OCA VA A HOLLYWOOD (Mother Goose Goes Hollywood; 1938) – Silly Symphony
Voce fuori campo: Marzio Margine
Katharine Hepburn: Elettra Bisetti
Hugh Herbert:
Ned Sparks: Marcello Mandò
Joe Penner: Franco Latini
Paperino: Franco Latini
Charles Laughton: Gastone Pescucci
Spencer Tracy:
Freddie Bartholomew: Corrado Conforti
W. C. Fields:
Charlie McCarthy:
Greta Garbo: Elettra Bisetti
Edward G. Robinson: Gastone Pescucci
Eddie Cantor: Marzio Margine
Cab Calloway: Franco Odoardi
Fats Waller: Franco Odoardi

Precedente Silly Symphonies Successivo I tre porcellini

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.