Pippo star delle olimpiadi

Titolo italiano: Pippo star delle olimpiadi
Titolo originale: Goofy’s All-Star Olympics

Codice: VS 4365
Durata: 45 minuti
Edizione: Aprile 1992
Distribuzione: Buena Vista Home Video
Tipologia: Vendita
Box: Nero grande in plastica rigida
Messaggio antipirateria: BV Home Video
Intro: Apprendista Stregone
Promo iniziali: I Classici – Robin Hood; Zio Paperone alla ricerca della lampada perduta.
Promo finali: Assenti.
Contenuto: La vhs contiene uno special realizzato per l’home video dal titolo Pippo star delle olimpiadi, una versione ridotta e ridoppiata del film cinematografico del 1972 Pippo olimpionico.

Segni particolari: Se nel 1972 era uscito sui grandi schermi di tutta Europa – e non solo – il lungometraggio Pippo olimpionico in occasione dei Giochi della XX Olimpiade, vent’anni dopo la Disney tenta un revival, in occasione stavolta dei XXV Giochi Olimpici: in edicola esce il fumetto Topo olimpiadi 92, mentre il reparto home video ci regala la videocassetta Pippo star delle olimpiadi (realizzata però l’anno precedente, come svela il cartello con il “The End” finale).
Poteva trattarsi di materiale inedito, ma non è così: questo special animato non è altro che una versione più corta, riordinata e totalmente ridoppiata del lungometraggio sopra citato.

Come abbiamo spiegato nella relativa scheda, Pippo olimpionico era una pellicola di montaggio, realizzata assemblando animazioni di intermezzo prelevate da due puntate della serie tv Disneyland – andate in onda nel 1956 – a corti classici, privi dei loro crediti; abbiamo anche accennato come alcuni frammenti fossero stati ordinati in modo un po’ confusionario, rispetto alle puntate originali della serie. Ecco, stavolta l’ordine viene ripristinato correttamente: dopo i messaggi antipirateria, i promo, lo spot “È un vero Walt Disney” nella sua versione con la cassetta di Robin Hood e la intro stile “Apprendista Stregone”, si apre la breve sequenza dal corto Il campione olimpico che faceva da sigla a Pippo olimpionico, ma stavolta il titolo del programma che appare sullo schermo è Goofy’s All-Star Olympics.
Come dicevamo, il primo frammento è quello in cui il greco Spyrus Olympopolus – chiamato dalla voce fuori campo di Mario Bardella semplicemente “Lo spirito dello sport” – introduce la storia dei giochi olimpici, creati in onore del dio Zeus, anticipando proprio il corto di Pippo che abbiamo scorto durante la sigla. Se avete letto attentamente le precedenti schede, ricorderete che nel lungometraggio del 1972 questa sequenza era stranamente stata spostata alla fine del film, preferendo come introduzione quella abbinata al corto Le esercitazioni di Pippo, dove Spyrus regalava al nostro eroe un kit per la palestra casalinga (immagine sottostante).

I cartoon contenuti nel programma sono sette; rispetto agli undici del già citato Pippo olimpionico vengono eliminati (per fortuna) Hockey su ghiaccio – era l’unico episodio con protagonista Paperino e risultava un po’ “fuori posto” -, Lezioni di golf, Acquamania e Partita a tennis. Segnaliamo che i corti rimasti presentano gli stessi tagli visti nel film originale: gli episodi Impariamo a nuotare e L’arte dell’autodifesa sono ancora privi di un paio di simpatici sketch.
Lo special è totalmente ridoppiato, e il nostro Spyrus perde quell’accento siciliano che gli era stato donato da Michele Gammino vent’anni prima, acquistando la nuova voce di Carlo Reali. Il Pippo di Vittorio Amandola – sia negli intermezzi che nei singoli corti – viene accompagnato dal classico narratore fuori campo, il già nominato Mario Bardella, presenza d’obbligo in tutte le versioni anni ’90 degli How To pippeschi. In realtà sulla nuova edizione italiana del mediometraggio firmata Royfilm non c’è molto da dire, dato che a farla da padrona è proprio la voce fuori campo del Bardella e i dialoghi di Pippo sono ridotti all’osso (come da tradizione dei Come fare a). Reali è un buon Spyrus, anche se probabilmente si sarebbe potuta scegliere una voce diversa all’interno del Gruppo Trenta, dato che il buon Carlo nei primi anni ’90 già era la voce del Grillo Parlante e spesso viene da accomunare, sia vocalmente sia come personaggi-narratori, i due “attori disneyani”.

Va fatto però un curioso excursus sul corto Pippo e la partita di basket, in particolar modo sulla voce del pippide tifoso della squadra ospite (immagine sottostante). Come abbiamo già sottolineato, i master dei cartoon sono i soliti del film di montaggio Pippo olimpionico, dunque i tagli non hanno risparmiato nemmeno il presente corto. Dalla sequenza finale mancano alcuni piccoli frammenti, ad esempio quando il pippide tifoso canta brevemente l’inno della sua squadra del cuore; permangono solo gli ultimi secondi della sua esultanza. Ebbene, l’urlo del fan in Pippo olimpionico era stato silenziato, forse perché molto vicino alla fine dell’episodio e di poca importanza. Qui invece si è deciso di fargli pronunciare un sonoro “Urrà”, ma attenzione: la voce non è quella classica di Vittorio Amandola, udibile invece sul primo urlo del pippide ospite, all’inizio del corto. Il timbro parrebbe quello del doppiatore d’epoca, che purtroppo ancora non siamo riusciti ad identificare con certezza, e che doppiava il nostro eroe nel film del 1972. Fatto sta che questo curioso “sdoppiamento vocale” è difficilmente spiegabile, in particolar modo se si pensa che nel film appena citato la battuta non era presente. Anche la futura videocassetta editoriale Pippo follie mondiali, dove sarà presente Pippo e la partita di basket ancora con il medesimo master, si trascinerà questo singolare “errore”.

La cover mostra un Goofy all’interno di uno stadio intento a praticare…o meglio, a cercare di praticare la corsa ad ostacoli, con in mano la classica fiaccola olimpica. Sul retro, oltre all’elenco degli episodi con i loro titoli originali (non in ordine di apparizione) possiamo notare un riquadro del corto Come andare a cavallo, tratto dal film Il drago recalcitrante, e la solita raffigurazione di Pippo presente anche nella riedizione dell’89 della videocassetta Pippo olimpionico.


Corti presenti e loro edizione italiana:

  • Voce narrante: Mario Bardella
    Spyrus: Carlo Reali
    Pippo: Vittorio Amandola
    Barone De Coubertin:
    James Naismith:

IL CAMPIONE OLIMPICO (The Olympic Champ; 1942) – Pippo
VFC: Mario Bardella

• LE ESERCITAZIONI DI PIPPO (Goofy Gymnastics; 1949) – Pippo
Disco registrato: Eugenio Marinelli
Vicino di Pippo: Roberto Stocchi
Vicina di Pippo:

• IMPARIAMO A NUOTARE (How to Swim; 1942) – Pippo
VFC: Mario Bardella

 COME ANDARE A CAVALLO (How to Ride a Horse; 1941) – da Il Drago Recalcitrante
VFC: Mario Bardella
Cavallo:

• PIPPO E LA PARTITA DI BASKET (Double Dribble; 1946) – Pippo
Cronista: Sergio Tedesco
Pippo: Vittorio Amandola (prima battuta)
Arbitro:

 L’ARTE DI SCIARE (The Art of Skiing; 1941) – Pippo
VFC: Mario Bardella

• L’ARTE DELL’AUTODIFESA (The Art of Self Defense; 1941) – Pippo
VFC: Mario Bardella
Pippo (versi): Vittorio Amandola

Precedente TopoVideoClub #1 Successivo Il nostro amico atomo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.