Crea sito
Crea sito

EuroDisney (Philips)

Titolo italiano: EuroDisney
Titolo originale: EuroDisney

Codice:
Durata: 15 minuti
Edizione: Settembre 1991
Distribuzione: Philips / Walt Disney Home Video
Tipologia: Promozionale
Box: Cartonato
Messaggio antipirateria: Macchina da scrivere – Promozionale
Intro: Assente.
Promo iniziali: Assenti.
Promo finali: I Classici – Fantasia.
Contenuto: La videocassetta presenta un piccolo spot pubblicitario sul parco a tema EuroDisney – l’odierna Disneyland Paris – che sarebbe stato inaugurato nel 1992, più un corto classico appartenente alla miniserie di Paperino e Pippo.

Segni particolari: La maggior parte dei nostri lettori, in particolar modo quelli nati durante gli anni ’80, hanno impresso nella mente il filmato inserito alla fine della videocassetta della prima edizione del 1991 del Classico La sirenetta, subito dopo i titoli di coda (per chi non lo ricordasse, lo abbiamo caricato sul nostro canale Dailymotion). Ma non molti sanno che tale filmato è presente anche in una vhs promozionale distribuita dalla Philips, sempre nel 1991, in coppia con un corto classico. Stiamo parlando di un breve video-documentario incentrato sulla promozione dell’allora EuroDisney, il parco divertimenti parigino che sarebbe stato aperto ufficialmente nel 1992 e che avrebbe cambiato la sua denominazione nel 1995 in Disneyland Paris.

Perchè, vi chiederete adesso, questa cassetta è stata distribuita dalla Philips e non dalla Walt Disney Home Video? La gigantesca multinazionale olandese era all’inizio degli anni ’90 uno degli sponsor principali del nascente parco a tema (come dimostra anche la targhetta posta sul fronte e sulla costina del box cartonato), così come altri colossi quali ad esempio la Kodak, la Coca-Cola e la Nestlé, che lanciarono iniziative tramite i loro prodotti per pubblicizzare l’apertura del parco. La Philips, nello specifico, si occupò eccezionalmente di distribuire in mezza Europa questa videocassetta, con grosse probabilità in forma gratuita. Non abbiamo certezze sulla modalità di distribuzione della vhs, ma abbiamo motivo di credere che questa venisse regalata nei negozi di elettronica, in abbinamento all’acquisto di prodotti marcati Philips.
Tale iniziativa fa parte della massiccia campagna pubblicitaria di inizio anni ’90 allacciata al progetto EuroDisney: la memorabilia relativa all’apertura del parco è sterminata, noi ne approfittiamo per mostrarvi alcune pins a tema tra le quali spicca quella a forma di videocassetta Philips, legata chiaramente al nastro di cui ci stiamo occupando.

La copia in nostro possesso presenta una piccola stranezza già all’inizio del nastro, quando sullo schermo campeggia ancora il “nero”: facendo attenzione al comparto sonoro, è possibile udire il suono di una sequenza di cinque pulsanti premuti su una classica tastiera numerica, come quelle dei più antichi telefoni cellulari.
Passando oltre, già dal cartello aggiuntivo sui classici messaggi antipirateria di inizio anni ’90 e quello successivo su sfondo blu scuro (li potete vedere entrambi nelle immagini in alto) si capisce la natura promozionale della cassetta. Il filmato che segue, della durata di circa 5 minuti, mostra in anteprima le meraviglie di EuroDisney, allora ancora in attesa di apertura, sotto forma di sogno di un bambino.
Tutto il filmato è stato girato a Walt Disney World (Orlando, Florida), e più precisamente al parco Magic Kingdom, aperto nel 1971; questo è dovuto al fatto che, ovviamente, il parco parigino era ancora in corso di realizzazione, visto che avrebbe poi aperto ad aprile 1992. Come poter quindi fare pubblicità a Disneyland Paris senza mostrare l’enorme cantiere del parco? I realizzatori hanno giustamente pensato di girare il promo al Magic Kingdom, riprendendo attraverso una serie di espedienti e quindi pubblicizzando soltanto quelle parti di cui avevano certezza che si sarebbero potute vedere e provare a Parigi, una volta che il parco fosse stato accessibile al pubblico.

Dopo che la mongolfiera a forma di “Mickey Head” – divenuta iconica – ha preso il volo, è visibile il castello del Magic Kingdom dedicato a Cenerentola, decisamente diverso da quello di Parigi dedicato ad Aurora; dopo l’atterraggio della mongolfiera, vediamo in rassegna le seguenti attrazioni: la parata sulla Main Street, Tomorrowland Speedway (che a Parigi si sarebbe poi chiamata Autopia), le classiche tazze di Alice, It’s a Small World (a proposito di espedienti, dato che la facciata esterna dell’attrazione al Magic Kingdom è leggermente diversa da quella di Parigi, nel video non viene inquadrata) e il Big Thunder Mountain in compagnia dell’orsetto Pooh. Lo stesso discorso delle riprese “furbe” vale per l’attrazione dei Pirati dei Caraibi e per quello che sarebbe stato il Phantom Manor di Parigi; nel filmato vediamo l’Haunted Mansion di Orlando, ma soltanto all’interno e in alcune scene che le due attrazioni hanno in comune. Spazio poi a Star Tours con una parte del filmato dell’attrazione e Star Jets (nel ’94 prenderà il nome di Astro Orbiter, mentre a parigi si chiamerà Orbitron).
Subito dopo un frammento del corto di fantascienza Captain EO – prodotto da George Lucas, diretto da Francis Ford Coppola ed interpretato da Michael Jackson; quando la scena si sposta nuovamente sulla mongolfiera, è interessante notare che cosa osserva il bambino quando usa il cannocchiale: il Grand Floridian di Orlando, palesemente somigliante con il Disneyland Hotel di Parigi, entrambi ispirati all’epoca vittoriana. Una veloce rassegna di attività sportive quali equitazione, tennis, bicicletta e sci d’acqua (esperienze realmente fattibili – alcune tutt’oggi – a Disneyland Paris), i classici fuochi d’artificio, Electrical Parade e…il risveglio dal magico sogno del protagonista.

Il doppiaggio italiano del breve video promozionale è firmato ancora una volta Royfilm che, come da prassi, si affida alle iconiche voci del Gruppo Trenta di Renato Izzo. Tra questi riconosciamo la calda ed avvolgente timbrica di Mario Cordova (azzeccatissima per questo tipo di prodotto!) come voce narrante. Il quadretto familiare è così composto: Mauro Gravina doppia il padre di famiglia, la cui moglie e madre dei due ragazzi ha la voce italiana di Rossella Izzo. Valentina Mari doppia il più adulto dei due figlioli, Paul, mentre la sorellina più piccola ha la voce di Federica De Bortoli che chiude così il quadretto familiare.
I personaggi-pupazzi Disney parlano, sia pur brevemente, con le loro voci abituali: Gaetano Varcasia su Topolino, Barbara Castracane su Minni, Vittorio Amandola su Pippo.

Il nastro non si conclude affatto con la fine del video dedicato ad EuroDisney, ma c’è spazio per altri filmati, a cominciare da un buffo spot pubblicitario della Philips, posto addirittura due volte dopo la fine del filmato promozionale, in versione francese (!) ed inglese. In realtà lo spot, che mostra un uomo infilare una vhs di un film fantascientifico nel suo videoregistratore – entrambi Philips, of course – e perdere improvvisamente la gravità, salvando a malapena il suo pesciolino rosso, non è parlato, se escludiamo una brevissima battuta che proviene direttamente dal film in tv: solo nella prima versione una vfc francese legge lo slogan riportato sul video “Cassettes vidéo Philips: c’est deja demain” (letteralmente “Videocassette Philips: è già domani”), mentre nella seconda lo slogan finale, stavolta in inglese, è muto e cambia anche leggermente di senso (“Be careful what you watch on Philips videotapes”, tradotto “Attenzione a quello che guardate su videocassette Philips”). Non è facile spiegare il perché dell’inserimento della versione francese dello spot prima di quella internazionale, ma dal retro del box cartonato con la didascalia multilingua, capiamo che la vhs è stata distribuita con il medesimo programma – ad eccezione ovviamente del doppiaggio e dei messaggi antipirateria – in vari paesi europei quali Inghilterra, Germania, Francia, Portogallo, Spagna ed Olanda.

Finito il doppio spot, un cartello della distribuzione Buena Vista ci accompagna verso il corto classico annunciato anche sul retro della cover: è l’esilarante Paperino e Pippo nel deserto dei miraggi, preso dalla miniserie dei due personaggi e proposto con i suoi crediti originali ed il relativo doppiaggio italiano anni ’90, all’epoca ancora inedito per l’home video del nostro paese. Nessuna anomalia sul doppiaggio italiano del cartoon, che propone l’edizione firmata dalla Royfilm con le voci di Luca Eliani su Paperino, Vittorio Amandola su Pippo e Maurizio Mattioli sul barista che appare come miraggio allo sciocco Pippo.

Finita qui? Nemmeno per sogno: c’è ancora spazio per un delizioso promo dedicato alla videocassetta del Classico Fantasia, che sarebbe stato lanciato sul mercato italiano di lì a breve. La voce che accompagna questo breve filmato, che potete vedere sul nostro canale Dailymotion ufficiale cliccando qui, è del fedelissimo Michele Kalamera.
Per concludere, a nostro avviso questo nastro è uno dei più interessanti nel panorama delle cassette promozionali dedicate ai parchi Disney, anche grazie alla bella cover con il Magic Kingdom Castle posto su un cielo azzurro di sfondo e una sorta di pellicola con immagini del parco.

Un sentito ringraziamento al nostro amico ed esperto di parchi Disney Enrico T. per il prezioso aiuto nella descrizione del filmato.

Corti presenti e loro edizione italiana:
PAPERINO E PIPPO NEL DESERTO DEI MIRAGGI (Crazy with the Heat; 1947) – Paperino & Pippo
Pippo: Vittorio Amandola
Paperino: Luca Eliani
Barista: Maurizio Mattioli

Una risposta a “EuroDisney (Philips)”

  1. Durante i titoli di coda de La sirenetta dice anche “Tra poco vi porteremo a EuroDisney Resort. Per una speciale anteprima del regno più magico della Terra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.