Darkwing Duck – La grande sfida

Titolo italiano: Darkwing Duck – La grande sfida
Titolo originale: Darkwing Duck – Justice Ducks Unite!

Codice: VS 4442
Durata: 43 minuti
Edizione: Ottobre 1993
Distribuzione: Buena Vista Home Video
Tipologia: Vendita
Box: Nero grande in plastica rigida
Messaggio antipirateria: BV Home Video
Intro: Apprendista Stregone
Promo iniziali: La sirenetta – Le nuove avventure marine di Ariel (Il balenottero smarrito + Ariel e l’ippocampo gigante). Prossimamente in videocassetta: Jim Henson’s Muppets.
Promo finali: Darkwing Duck (Panico nella notte + La grande sfida).
Contenuto: La vhs presenta un doppio episodio dalla prima stagione della serie tv Darkwing Duck, intitolato La grande sfida.

Segni particolari: Panico nella notte non è l’unica videocassetta della nuova serie di Darkwing Duck ad uscire nel 1993, come abbiamo visto nel filmato promozionale inserito alla fine dell’episodio. L’accoppiata vincente è completata da La grande sfida, seconda videocassetta a contenere un altro doppio episodio, splittato in due parti per le trasmissioni televisive – per fortuna stavolta senza alcun taglio  ma qui presentato in una versione “accorpata” in un singolo programma. Il materiale introduttivo è molto simile a quello della precedente vhs, fatta eccezione per un differente filmato dei Muppet per pubblicizzare i futuri prodotti della Jim Henson Video. Permane anche il promo finale (con apposito cartello ad annunciarlo prima della sigla) dedicato proprio alle prime due cassette dedicate al “terrore che svolazza nella notte”.

Il titolo originale del doppio episodio è Just Us Justice Ducks, trasformato in Justice Ducks Unite! per l’edizione americana su nastrino; entrambi i titoli sono comunque più rappresentativi di quello italiano, a nostro parere troppo generico. In questa puntata il nostro eroe deve vedersela con quattro dei più temibili nemici della legge: lo stralunato dominatore dell’elettricità Megavolt, il clown senza cuore Quackerjack, l’ex scienziato di botanica Clorofix e il crudele uomo-acqua Liquidator, uniti insieme con il progetto – manco a dirlo – di conquistare e distruggere la città di St. Canard. La banda di criminali è capitanata dall’alter-ego di Darkwing proveniente dal Negaverso, il perfido Negaduck, e prende il nome di Cinici Cinque (Fearsome Five). Ad aiutare il Papero mascherato, oltre al fedele Jet McQuack e alla figlia adottiva Ocalina, ci sono invece i Paperi della Giustizia: la fidanzata Morgana McCawber (strega maldestra ed ex criminale convertita), il papero trasformato in enorme dinosauro Stego, la signora degli oceani Neptunia e…Robopap! Sì, il supereroe robotizzato nato nella seconda stagione di DuckTales – Avventure di Paperi è, dopo Jet McQuack, il secondo personaggio ad essere trascinato – ma nel suo caso solo occasionalmente – da Paperopoli a St. Canard. Curiosamente, durante l’episodio la città di Paperon De Paperoni e della sua famiglia viene chiamata dal giornalista Tom Lockjaw con il suo nome originale, Duckburg.

La strana cronologia di messa in onda delle puntate sul piccolo schermo fa sì che in La grande sfida (numeri 20 e 21 della prima stagione nell’ordine ufficiale) appaiano personaggi ancora mai introdotti nella serie, sia antagonisti che aiutanti del Papero mascherato. Stego incontrerà Doppia D e Ocalina per la prima volta in un episodio successivo dal titolo Futuro preistorico, così come la storia della nascita del viscido Liquidator viene affrontata quasi una ventina di puntate dopo in L’acqua Frizzalina; addirittura Darkwing farà la conoscenza di Neptunia solo nella seconda stagione ne La rivolta del mare, mentre nel presente episodio i due si chiamano per nome. Per la verità, anche Robopap in questo episodio si rivolge al nostro eroe in una maniera ben più collaborativa di quella inizialmente diffidente che avrà nel successivo L’ira dei titani.
Alla fine dell’episodio, dopo una simpatica – ma non inusuale per la serie – rottura della quarta parete, la sigla di coda viene ripristinata nella sua consueta versione con l’assolo di sassofono e ripetuta per due volte, dato che gli episodi contenuti nel nastro sono due (anche se qui uniti in una sola puntata). Ci fa piacere notare come la sigla iniziale, ancora interpretata da Arianna Bergamaschi, sia finalmente nella sua versione completa, priva del brusco taglio che avevamo ascoltato in Panico nella notte.

Nel doppiaggio targato Royfilm, oltre ai consueti Olivero Dinelli, Antonella Baldini, Roberto Pedicini e Renzo Stacchi (il Direttore del doppiaggio, dopo Toros Bulba, prende ora le sembianze del buffo Stego), fanno il loro esordio nella serie – o almeno, nell’edizione home video – un fantastico Fabrizio Manfredi su Megavolt, Oreste Baldini su Quackerjack, Stefano Carraro su Negaduck, l’inconfondibile Gianni Vagliani sul capo dell’organizzazione S.H.U.S.H. J. Gander Hooter, Liliana Sorrentino su Morgana McCawber e Pino Ammendola su Robopap. Mauro Bosco e Vittorio Battarra, che avevamo già incontrato su personaggi minori nella precedente cassetta e che sentiremo spesso durante tutta la serie, danno voce ai malvagi Liquidator e Clorofix, mentre purtroppo non siamo riusciti ad individuare l’attrice che doppia Neptunia in questo frangente. I personaggi di Morgana e Robopap non avranno sempre la medesima voce nel corso degli episodi e saranno interpretati rispettivamente anche da Laura Boccanera (solo nella terza stagione) e Giovanni Petrucci (lo vedremo in una delle prossime vhs).

L’artwork che abbellisce il fronte della fascetta verde è molto carino ma differente da quello realizzato per l’edizione statunitense della videocassetta: in quell’illustrazione venivano mostrati tutti i Paperi della Giustizia, mentre nella nostra versione, utilizzata anche per altri nastri distribuiti in Europa, sul sidecar di Darkwing ci sono solo Robopap e Stego (come fa la moto a reggere il suo peso?), lasciando fuori Morgana e Neptunia. Un discorso simile è da fare in riferimento al retro, dove i Cinici Cinque si sporgono da un muretto sotto lo sguardo attento di Doppia D, ma la formazione è orfana di Liquidator, non incluso nell’immagine. Da notare che nel riquadro sulla costa è rappresentato il faccione del nostro eroe, preso però dall’illustrazione di Panico nella notte.

Episodi presenti e loro edizione italiana:
• LA GRANDE SFIDA (Just Us Justice Ducks; 1991)
Darkwing Duck / Drake Mallard: Oliviero Dinelli
Ocalina Mallard: Antonella Baldini
Morgana McCawber: Liliana Sorrentino
Quackerjack: Oreste Baldini
Megavolt: Fabrizio Manfredi
Clorofix: Vittorio Battarra
Liquidator: Mauro Bosco
Poliziotto:
Stego: Renzo Stacchi
Neptunia:
Negaduck: Stefano Carraro
J. Gander Hooter: Gianni Vagliani
Jet McQuack: Roberto Pedicini
D.ssa Cervelletti: Gabriella Borri
Tom Lockjaw:
Robopap: Pino Ammendola
Abitanti St. Canard:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!